Sarnico

Sarnico

Sarnico, Lago d'Iseo
Sarnico, Lago d'Iseo | foto Chiara Sonzogni

Sarnico è un importante centro commerciale e turistico, sorto là dove il lago si stringe e si trasforma nel fiume Oglio. Il centro abitato sorge ai piedi della collina ed è esposto completamente a sud, caratteristiche che permettono di godere di un clima particolarmente favorevole e ulteriormente mitigato dalla brezza del lago.

Il lungolago è molto ampio ed esteso, disegna una piacevolissima passeggiata, una porzione della quale è fatta da suggestive passerelle in legno, che sfiorano l'acqua. Il centro storico ha una caratteristica confermazione a semicerchio, tipica degli insediamenti medioevali, è ricco di negozi, servizi e scorci deliziosi. Nei dintorni della cittadina si alternano ville, spiagge e borghi suggestivi. Inoltre è qui che hanno sede importanti industrie nel campo nautico come i cantieri Riva e Rio, rinomati a livello internazionale per l'eccellenza dei loro scafi.

Tutto questo fa di Sarnico un punto di riferimento per il turismo del Sebino, oltre che uno dei luoghi più piacevoli ed ambiti per soggiornare e cominciare il proprio itinerario attorno al lago. La sua aria signorile e raffinata, distante dal turismo di massa, la rende una meta prediletta dal turismo locale che ama concedersi piccole pause in luoghi nascosti e riservati.

L'attuale via Lantieri (detta Contrada) è l'arteria principale del centro, ha un andamento curvilineo interessante e sale verso il nucleo più antico dell'abitato ricco di piccoli e riservati cortili, passaggi sotto basse arcate, antiche case dalle mura massicce e case bottega. I negozi storici si alternano a moderne e lussuose boutique, i bar più semplici si contendono la clientela con raffinati caffè e vinerie. La via Scaletta e il Vicolo Aie offrono scorci davvero suggestivi, con palazzetti e resti di torri medioevali. Sia la chiesa di S. Paolo (XV sec.) che la Parrocchiale (XVIII sec.) meritano una visita per l’architettura e i pregevoli affreschi.

Se passate di qui concedetevi una pausa in una delle due gelaterie nei chioschi a sbalzo sull'acqua: La Gatta e Mej. Il gelato è davvero ottimo, a prezzi bassi e potrete degustarlo osservando il lago trasformarsi in fiume. Personalmente preferisco La Gatta, il gusto bacio è da togliere il fiato, proprio come un vero bacio.

Predore, Lago Iseo
Predore, Lago Iseo | foto Chiara Sonzogni

Se dal centro di Sarnico si prosegue verso ovest si entra nel Parco Nord del fiume Oglio, incontrando la località Fosio, un piacevole lido dove immergersi nelle fresche acque di questo incipit di fiume. Proseguendo invece verso Est e tenendo il lago sulla destra si raggiunge località Predore, passando prima per Lido Nettuno e poi per le due ville Facconi, considerate tra i migliori esempi di architettura liberty in Lombardia, firmate dall'architetto Sommaruga.

Il paesaggio qui si fa tipicamente lacustre, con le piccole spiagge erbose, le piante acquatiche, i salici piangenti. Il centro storico di Predore è un piccolo gioiello posto su una incantevole penisoletta in declivio tra lago e collina, la discesa al lago è infatti ripida ma merita per gli scorci suggestivi. L'atmosfera di questa zona del lago è davvero riposante e estrae il viaggiatore dal tempo, prendetevela comoda quindi e lasciatevi trasportare dall'istinto, scoprirete angoli unici e solitari.

Nella parte alta del paese, dopo la torre medioevale e l'acquedotto, si incontra la scalinata, di 288 gradini, che porta al Santuario della Madonna delle Neve in S. Gregorio. Da qui si gode di una bellissima vista sul basso lago e sulle Torbiere e partono piacevoli sentieri, in moderati sali scendi, sulla Punta del Corno, un rilievo collinare a picco sul lago che presenta falesie, cavità (come il famoso Buco del Corno) e rupi.